Pedicure fai da te: i consigli per piedi perfetti

Pedicure, quanto mi costi! Con le prime scarpe aperte (tempo permettendo) arriva la necessità di sfoggiare anche piedi assolutamente perfetti. Per prenderti cura di loro non è necessario andare tutte le volte in un centro estetico: basta essere ben attrezzate e seguire i nostri consigli nel modo giusto.

C_2_articolo_3007965_upiImagepp

Innanzitutto iniziamo con il dire che esistono due tipi di pedicure: quella estetica e quella curativa. La prima serve per rendere i piedi più belli e seducenti: è un trattamento volto soprattutto a regolare le unghie, a dare loro una forma precisa e a creare dei giochi di colore con gli smalti e la nail art. La seconda, invece, si focalizza sul benessere del piede e ne risolve alcune problematiche, tra cui l’occhio di pernice, le unghie incarnite, calli o i duroni.

Come prima cosa, rimuovete con il solvente lo smalto applicato in precedenza. Mettete i piedi a bagno in una bacinella con acqua calda, essenze profumate e bicarbonato o sale grosso da cucina: il pediluvio è un momento di relax… state lì per almeno dieci minuti e lasciate ammorbidire bene la pelle e le unghie.

Dopo aver asciugato i piedi, fatevi aiutare da una spatolina o da una pietra pomice per eliminare le zone ruvide: questo passaggio è fondamentale per prevenire la formazione dei calli nel corso del tempo tra un trattamento e l’altro. Attenzione però! Evitate movimenti troppo bruschi; è sempre meglio effettuare massaggi leggeri. Se volete ottenere un risultato ancor più professionale, utilizzate il set manicure e pedicure Bellissima Sensitive Beauty MP2 200 che consente di rimuovere tutti gli inestetismi della pelle in un batter d’occhio. Una pratica ancora più facile e veloce grazie al Finger Touch Control, il comando tattile di regolazione progressiva della velocità e doppio senso di rotazione che assicura un risultato eccellente.
Inoltre, per intervenire efficacemente sugli ispessimenti cutanei che si concentrano sui talloni e sulla pianta è futile levigare con un’esfoliazione energizzante e poi nutrire e rigenerare. Pompelmo, bardana, bisabololo, estratto di lievito e olio di germe di grano sono perfetti per rinvigorire la pelle: nello scrub levigante piedi di Collistar lavorano in sinergia, svolgendo un’azione antibatterica, dermopurificante, idratante, lenitiva e antiossidante. Questo prodotto, inoltre, contiene la polvere di pietra pomice e di quarzo (utilizzata in medicina estetica per la micro dermoabrasione) per un’intensa esfoliazione meccanica che sfrutta speciali agenti abrasivi per eliminare le cellule cornee di superficie.
Ora tocca alle unghie: con un tronchesino tagliatele e limatele con una lima di cartone, donando loro la forma che meglio preferite.

Eliminati gli ispessimenti, bisogna nutrire la pelle: è tempo di idratazione e in commercio esistono creme dalle mille proprietà lenitive e nutrienti. Per tutti i tipi di pelle, per esempio, il burro di shea (che protegge e ripara la funzione della barriera naturale della pelle) e l’olio di jojoba (leggero e facilmente assorbibile) sono sostanze emollienti che troviamo in “Treat Your Feet Foot Cream” di Elemis, la crema che si fonde magnificatamente sulla pelle, rendendo lisce e idratate anche le zone più secche e più ruvide.
Anche l’urea e il burro di karitè sono essenziali per nutrire la pelle: la crema rigenerante piedi di Collistar unisce questi due principi attivi che apportano idratazione e nutrimento alla pelle inaridita e screpolata, rendendola non solo più morbida e levigata, ma anche più resistente. Ecco perché il prodotto si rivela sorprendentemente efficace nel ridurre segni e sintomi legati all’ipercheratinizzazione cutanea.

Per il comfort, la bellezza e la giovinezza dei piedi è importante terminare con il massaggio della volta plantare: crème jeunesse des pieds Clarins rinnova l’epidermide, riduce le rugosità e rende più belle le unghie. La texture, ricca e vellutata, scivola facilmente sulla pelle. In questa crema sono presenti due estratti vegetali dalle rinomate proprietà: l’olio di noce di anacardio “vergine” che viene tradizionalmente utilizzato nella farmacopea indiana sia in applicazioni locali che per massaggi ayurvedici è ricco di vitamina E e protegge la pelle dai radicali liberi. L’arnica, invece, riduce la sensazione di pesantezza e gonfiore.

Una volta che la pelle sarà idratata, non vi resta che sbizzarrirvi con lo smalto. Cominciate con una base protettiva trasparente e poi passate alla stesura del colore che meglio preferite: fate due passate e lasciate asciugare per almeno 10 minuti.

Pedicure fai da te: i consigli per piedi perfettiultima modifica: 2017-10-12T17:25:52+00:00da marya3131
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento